Volume Massekhet Qiddushin della Biblioteca Comunità Ebraica di Firenze

Progetto

Restauro del Volume Massekhet Qiddushin della Biblioteca Comunità Ebraica di Firenze

Luogo

Biblioteca Comunità Ebraica di Firenze

Durata

Restauro concluso a marzo 2021

Committente

Archivio di Stato di Firenze

Stato di conservazione

Stato di conservazione pessimo. Il volume legato in mezza pelle con piatti rivestiti in carta, mostrava segni di forte degrado probabilmente a causa di umidità pregressa. Il cuoio del dorso era sfibrato, sfiorito, lacero e con parti indurite - particolarmente danneggiato in prossimità della testa e del piede. I cartoni e la carta decorata dei piatti erano molto rovinati in prossimità dei tagli di testa, di piede e del taglio anteriore e presentavano estese mancanze e lacerazioni. Inoltre sia la carta dei piatti che il cuoio del dorso palesavano evidenti segni di attacchi di tarlo.

La cucitura, su tre nervi singoli in corda, spezzati in più punti, risultava molto allentata e disconnessa. Non erano presenti capitelli.

Le carte risultavano molto degradate, con indebolimento del supporto, sporco superficiale diffuso, aloni giallastri, evidenti sgorature. Si notavano numerose lacune e strappi. I bordi risultavano indeboliti e con numerose pieghe. Si rilevavano diffuse abrasioni e lacune, nonché numerose gallerie e fori: tracce di attacchi di tarli e pesciolino d’argento. Queste mancanze si concentravano lungo la piega dei bifogli e sui tagli di testa e di piede, ma spesso erano presenti su porzioni estese delle carte. Sulle carte di guardia anteriori erano evidenti delle macchie di color purpureo tipiche di attacchi di muffa.

Mediazioni grafiche: inchiostro a stampa nero ben conservato e leggibile; in alcune carte si riscontra la presenza di un inchiostro nero manoscritto e segni a lapis.

L’intervento di restauro mira a restituire all’opera integrità strutturale e possibile fruizione futura.

Intervento conservativo totale sulle carte ed esecuzione di nuova legatura
  • Documentazione fotografica, prima, durante e dopo l’intervento di restauro

  • Controllo della numerazione e fascicolazione

  • Distacco della coperta e scucitura dei fascicoli

Carte:

  • Pulitura meccanica con bisturi a lama fissa, gomme Wishab dura e “Art Sponge” in lattice di gomma vulcanizzato, pennello morbido

  • Test di solubilità

  • Misurazione del pH

  • Rimozione di eventuali etichette con metodologie adeguate

  • Eventuale lavaggio per immersione in acqua deionizzata

  • Disinfezione

  • Eventuale deacidificazione

  • Rinsaldo con metilcellulosa di adeguata percentuale

  • Asciugatura naturale su telaio a temperatura ambiente

  • Spianamento delle carte sotto peso, fra cartoni e tessuti reemay

  • Risarcimento degli strappi con carta coreana di grammatura adeguata e metilcellulosa in adeguata percentuale

  • Integrazione delle parti mancanti con carta coreana di grammatura adeguata, velo giapponese di idonea grammatura e metilcellulosa in adeguata percentuale

  • Rifilatura delle carte delle parti integrate, nel pieno rispetto dei margini originali

  • Rifascicolazione

Legatura:

  • Preparazione dei nuovi fogli di guardia con una struttura per volume incartonato

  • Cucitura delle carte secondo la metodologia originale

  • Esecuzione dei capitelli primari con filo neutro a doppio nodo

  • Arrotondamento del dorso e formazione accennata dello spigolo

  • Indorsatura adeguata con carta giapponese e tasselli in pelle di capra allumata, per dorso attaccato

  • Preparazione dei piatti e incartonatura

  • Coperta nuova in piena pelle di capra a concia vegetale: taglio a misura, scarnitura e montaggio al corpo del libro

  • Compensazione contropiatto e incollaggio controguardie

Sezione in aggiornamento

Sezione in aggiornamento

 

 

Posted in Restauri, Restauro Carta.