Stato di Conservazione

L’intero ambiente ha una buona consistenza strutturale. La volta non presenta problemi strutturali evidenti e può considerarsi complessivamente in buono stato. È visibile una profonda fessurazione verticale in corrispondenza dell’angolo sinistro in prossimità dell’ingresso di sinistra e lungo quasi tutto l’arco di volta in controfacciata. La fessurazione sembra avere un origine lontana nel tempo. La causa potrebbe essere un meccanismo di collasso della muratura con principio di ribaltamento della parete in direzione perpendicolare al proprio piano. Tale il cinematismo sembra però interrotto e stabilizzato da molto tempo. Sono presenti altre fessure e crepe diffuse di scarsa importanza strutturale.

Il ciclo pittorico settecenteso presente sui lati lunghi dell’oratorio e sulla parete di fondo, dipinto con tecnica a secco, tempera su intonaco, ha subito nel tempo danni di varia natura, meccanica, naturale e deperimento fisiologico dei materiali. Nella parte bassa delle pareti e sugli angoli sono visibili danni diffusi da compressione e sfregamento e distacchi e mancanze d’intonaco causati dall’umidità di risalita dal pavimento. Nella parte alta, direttamente sotto la cornice d’imposta della volta, sono presenti vistose e diffuse abrasioni da sfregamento in direzione orizzontale localizzate per quasi tutta la lunghezza della parete e distacchi diffusi della pellicola pittorica in particolare in corrispondenza dei riquadri dipinti e delle scanalature dei fusti e dei capitelli delle finte paraste. Un discorso a parte va fatto sul dipinto cinquecentesco con tecnica a fresco sulla controfacciata. Le figure sono ancora ben distinte e visibili sotto la patina dell’ossidazione del tempo e della polvere, è però evidente un grave e diffuso rigonfiamento dovuto al distacco dell’intonaco dalla parete, tale da mettere in serio pericolo la stabilità dell’intero dipinto. La parete di fondo presenta le stesse problematiche delle altre pareti amplificate dalla visione della zona di mancanza della vecchia macchina d’altare. La volta è complessivamente in buono stato, soprattutto nella zona centrale con la scena del trionfo in cielo di sant’antonio. Il colore delle tempere è ancora molto uniforme ed elegante ma presenta microfratture diffuse della patina colorata e distacchi localizzati. Sono visibili diverse zone limitate e circosritte con mancanze complete d’intonaco.

Interessanti sono le due porte in legno a due ante dipinte stile settecento l’una di accesso alla piccola sacrestia e l’altra ad un vecchio passaggio di comunicazione con un ambiente attiguo ora murato.

La pavimentazione in campigiane di cotto fatte a mano è complessivamente in buono stato di conservazione.