Tomba Cesare Paoli

Introduzione Storica Artistica

La tomba in onore di Cesare Paoli si trova nella zona Nord-Est del cimitero monumentale delle Porte Sante, posto alle spalle della basilica di San Miniato al Monte. Entrambi i complessi sono collocati sull’antica fortezza medicea eretta da Michelangelo. Il monumento funerario è composto da due materiali, una stele realizzata mediante un a pietra calcarea organogena, ed una lapide in marmo dove è presente una scritta con lettere in bronzo. Infine è presente un clipeo bronzeo aventi misure h 44 cm e l 36 cm con l’effige di Cesare Paoli.

Stato di Conservazione

Il monumento si presenta in un pessimo stato di conservazione con stati di degrado diffusi su tutta l’opera, stati che ne compromettono anche l’integrità strutturale. L’opera è interessata da patina biologica, fratturazioni, macchie, erosione, degrado differenziale, mancanze e distacchi.

 

Il clipeo bronzeo presenta patine di tenorite diffuse sulla maggior parte della sua superficie.

Il Restauro

L’intervento di restauro conservativo si articolerà in varie fasi prime, fra tutte, documentazione fotografica e realizzazione dei grafici atte ad identificare gli stati di degrado. Seguiranno pulitura preliminare mediante aspirapolvere e pennello a setole morbide allo scopo di eliminare il deposito superficiale incoerente presente sull’opera. Dato il precario stato di conservazione sarà opportuno effettuare un preconsolidamento localizzato mediante silicato di etile al 75% in soluzione con white spirit. In seguito si effettueranno saggi di pulitura mediante acqua demineralizzata e ipoclorito di sodio supportati da carta giapponese e polpa di cellulosa allo scopo di individuare il metodo migliore di pulitura. Per la rimozione della calcantite, dovuto al degrado del bronzo, si effettueranno impacchi con prodotti chelanti. Per le fratturazioni si realizzeranno microstuccature con inerti aventi granulometria e tonalità simile alla pietra calcarea. Infine saranno realizzate le opere di consolidamento e di protezione. Il consolidamento sarà effettuato mediante silicato di etile al 75% in soluzione con white spirit, mentre per il protettivo verrà utilizzato silo 112.