Sepolcro di Rosalia e Enrichetta de Mossig

Introduzione Storica Artistica

Il monumento funebre alle sorelle De Mossig in marmo bianco è costituito da un basamento cubico che sostiene una croce latina in marmo bianco, con i due terminali e la cuspide leggermente convessi. La croce è decorata in entrambi i lati con tessere musive vetriate e dorate con foglia d’oro, inserti di marmo rosa probabilmente Portasanta e due effigi delle sorelle poste all’estremità superiore e diametricalmente opposte. Su entrambi i lati della croce due semicolonne corinzie di marmo rosa ne sorreggono il braccio orizzontale. Il basamento è inscritto sui quattro lati con i nomi e le date di nascita e di morte delle sorelle ed è decorato su tre facce da elementi in bronzo.

 

 

Stato di Conservazione

Il monumento è in un pessimo stato di conservazione e presenta una serie di degradi del materiale costitutivo: -Patina biologica estesa su tutta la superficie.

  • Pellicola nella porzione superiore del mosaico.
  • Alterazione di colore visibile soprattutto sul basamento.
  • Croste nere di piccola estensione nelle zone laterali che rimangono coperte dal braccio orizzontale della croce e non vengono quindi dilavate dalle acque meteoriche.
  • Presenza di vegetazione prevalentemente muschio cespuglioso.
  • Macchie date dall’ossidazione degli elementi del bronzo (sali di rame).
  • Mancanze di piccole entità sulle colonne laterali rosa e sulle tessere musive che hanno perso la foglia d’oro.
  • Degrado differenziale del marmo rosa.
  • Fratturazione e distacco di porzioni degli inserti di marmo rosa.

Il Restauro

L’Intervento di restauro del monumento prevede:

  • Messa in sicurezza delle porzione distaccate degli inserti di marmo rosa.
  • Trattamento biocida per attaccare licheni e funghi presenti e successivi impacchi con reagenti per eliminare le eventuali macchie lasciati dai licheni. Successivamente al trattamento dato a nebulizzazione tramite spruzzino, il monumento deve essere coperto dalla luce del sole e dagli agenti atmosferici per almeno 24 ore.
  • Rimozione meccanica a bisturi dei muschi cespugliosi.
  • Saggi di pulitura per definire il reagente e i supportanti più adatti e tempi di posa degli impacchi.
  • Pulitura superficiale del marmo con acqua demineralizzata e spazzole a setole morbide/medie.
  • Pulitura delle tessere musive con acqua demineralizzata e spazzolini a setole medie.
  • Pulitura ad impacco del corpo marmoreo.
  • Incollaggio delle porzioni distaccate tramite resina epossidica adatta all’esposizione esterna.
  • Stuccature e integrazione delle mancanze con malte a base di calce e inerti.
  • Trattamento consolidante delle superfici.