Abstract


Progetto

Restauro delle Pitture Murali

Luogo

House 110-112 Vo Van Tan, Ho Chi Minh, Vietnam

Durata

2018-2020

Committente

Minerva Corporation

Il progetto di restauro e conservazione della House 110-112 Vo Van Tan  nasce nel 2018 quando, chiamati in loco per un primo sopralluogo conoscitivo, sono state gettate le basi per iniziare una collaborazione che mano mano ha abbracciato sempre più aspetti fondamentali per la salvaguardia e valorizzazione del bene.

Il team di Palazzo Spinelli fin da subito ha messo in campo la sua esperienza pluridecennale per mettere appunto un progetto di restauro idoneo non solo dal punto di vista metodologico ma anche capace di integrarsi appieno con le necessità logistiche e culturali di un Paese lontano migliaia di km.

Questo aspetto ha reso senza ombra di dubbio il progetto molto ambizioso fin dalla sua origine. Preso in esame lo stato conservativo delle pitture murali presenti nella Villa l'intervento di restauro è stato diviso in due fasi principale che potremo definire conservativa ed estetica. Ma il dialogo e la fiducia riposta nel team di Palazzo Spinelli ha portato ad ampliare le potenzialità di questa collaborazione in previsione di una valorizzazione e manutenzione futura del sito.

Sono stati inseriti quindi in ogni fase di intervento dei periodi di training atti alla formazione e all'inserimento di studenti universitari locali creando quindi un background capace di gestire nel tempo l'importantissimo patrimonio culturale della città.

La ristrutturazione architettonica e il restauro artistico della Villa così come è stato concepito da Palazzo Spinelli e dalla Minerva Corporation si configura sicuramente come un modello interculturale da promuove ed esportare.

PRIMA FASE:

Eseguito il sopralluogo e la messa appunto della corretta metodologia di intervento la prima fase è stata caratterizzata dalla difficile e delicata operazione di descialbo al fine di liberare le pitture murali originarie da una serie di strati successivi monocromi di pittura di varia natura.

La necessità di utilizzare materiali più facilmente reperibili in loco mantenendo però inalterato il livello di efficacia e di bassa tossicità ha portato il team scientifico di Palazzo Spinelli, dopo aver effettuato indagini stratigrafiche per determinare la natura dei materiali costitutivi, a mettere appunto miscele di solventi appropriati da utilizzare per il descialbo chimico alternato al descialbo meccanico in base alla natura dei materiali dovrammessi l'originale.

Là dove è risultato necessario la pellicola pittorica e gli strati preparatori sono stati messi in sicurezza e consolidati.

 

SECONDA FASE:

Una volta messo in luce tutto l'apparato decorativo della Villa, con caratteristiche conservative e iconografiche differenti stanza per stanza, la seconda fase ha riguardato la delicata fase dell'integrazione pittorica. In un complesso decorativo così ampio la difficoltà massima è quella di mantenere la visione d'insieme e creare un'omogeneità dal punto di vista estetico e artistico pur rispettando i principi di riconoscibilità e minimo intervento.

Il team di restauratori e tecnici del restauro ha quindi elaborato un piano d'azione che prevede il ripristino delle zone monocromatiche e degli apparati decorativi fitomorfi e antropomorfi  con sottotoni e ricostruzioni semplificati volte a dare continuità e leggibilità

Minerva Corporation 

Nicolas Viste - Project Manager

Istituto per l’Arte e il Restauro di Firenze

Emanuele Amodei – Presidente Palazzo Spinelli Group

Daniela Valentini- Restauratrice dei Beni Culturali

Fabrizio Iacopini- Restauratore dei Beni Culturali

Martina Previatello- Restauratrice dei Beni Culturali

Giacomo Dini- Restauratore dei Beni Culturali

Giulia Bartolomei-  Tecnico del Restauro dei Beni Culturali